La percezione degli spazi gioca un ruolo estremamente importante nella gestione del progetto.
Ma cosa significa percezione? Quali sono i principi che condizionano le persone nel percepire uno spazio come barriera, come spazio di transizione o anche come non-spazio?
Attraverso la disciplina del disegno e i principi della Gestalt, il presente progetto cerca di evidenziare il tema della percezione visiva legata agli spazi urbani e architettonici.
Disegni di illusioni percettive e anamorfiche saranno disegnati utilizzando geometria, colori, tecniche di rappresentazione analogica e digitale, entro i limiti del Tamigi e delle porte virtuali di Londra.
I disegni esecutivi saranno realizzati nel secondo semestre dagli studenti del Corso di Fondamenti e Pratiche di Rappresentazione 2 del Dipartimento di Architettura e Design. Sarà lanciato un bando internazionale per invitare studenti, architetti e docenti a partecipare alla produzione di manifesti che rappresentano illusioni ottiche in grado di eliminare le barriere sociali, territoriali, politiche e psicologiche.


I professori di disegno del Dipartimento di Architettura e Design selezioneranno i contributi che saranno esposti il 10 giugno a Londra (MARLIN WATERLOO HOTEL).

10 Giugno 2019

10:30 -18:30

Admission: FREE

Tickets/Booking: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-perception-spaces-60093636685

Inviare le immagini a: disegno@arch.unige.it


Responsabile scientifico: Giulia Pellegri
Gruppo di lavoro: Sara Eriche, Michela Mazzucchelli, Francesca Salvetti, Michela Scaglione.


 

Snap 6_16_2019 10_59_11 PM.jpeg

PERCEPTION SPACES

lfa-logo-large.png