Una giornata, a livello internazionale, nell’ambito del progetto Di-SEGNARE, certamente importante per gli studenti, gli operatori, ma anche per la città; per questo motivo ringrazio Chris Bangle per la sua Lectio Magistralis e auspico una rinnovata collaborazione con l’Università, nello specifico con il dipartimento di Architettura e Design_DAD scuola politecnica Ingegneria Architettura di Genova, che ha organizzato questo incontro. Una giornata di studi sicuramente importante anche per il Comune, che è l’Ente preposto alla programmazione, alla gestione e allo sviluppo del territorio urbano e dei suoi servizi. Azioni, quelle poste in discussione, che si riversano su tutto l’indotto culturale, economico e turistico della città come stabilito anche dal “codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”. I Colori e il disegno rappresentano le basi per la valorizzazione e la conservazione dei nostri beni architettonici, in parte riconosciuti dall’UNESCO e sede di alcuni nostri prestigiosi Musei, ma anche della maggior parte del nostro territorio. Non possiamo infatti dimenticare alcune zone della città, in particolare quelle che hanno conosciuto lo sviluppo industriale degli anni ‘60-’70, pur conservando al loro interno importanti plessi storici. Fra queste anche quelle portate all’attenzione dalla tragedia del ponte Morandi, che ha messo i riflettori sulla quotidianità di questi quartieri genovesi, per cui stiamo lavorando con l’obiettivo di migliorare la vivibilità e l’estetica di queste zone, grazie anche a nuove forme artistiche come il graffitismo o anche a nuovi percorsi organizzati alle fortificazioni della città.
Ringrazio quindi tutti gli organizzatori di questa importante giornata di studi che certamente porterà a nuove idee e prospettive per il decoro di Genova.

Barbara Grosso

Assessore al Marketing Territoriale, Politiche Culturali

e Politiche per i Giovani-Comune di Genova

 

 

 

 

An international day, within the De-SIGN project, certainly important for students, operators but also for the city; for this reason I thank Chris Bangle for his Lectio Magistralis and I hope for a renewed collaboration with our University, specifically with the Department of Architecture and Design_DAD Polytechnic School of Architecture of Genoa, which organized this meeting.
A day of studies is also of importance for the Municipality, which is the body in charge of planning, managing and developing the urban territory and its services. Actions, those brought into question, which are poured on all the cultural, economic and tourist satellite activities of the city as established also by the "Code of Cultural Heritage and Landscape". The Colours and the design represent the bases for the promotion and the conservation of our architectural assets, partly recognized by UNESCO and home to some of our prestigious Museums, but also to most of our territory.
We cannot forget some areas of the city, in particular those that experienced the industrial development of the 60s and 70s while retaining important historical buildings, including those brought to the attention of the Morandi bridge tragedy. The event put the spotlight on the everyday life of these Genoese neighbourhoods, for which we are working to improve the livability and aesthetics of these areas, thanks also to new art forms such as graffiti art or even to new routes organized at the city fortifications. I therefore thank all the organizers of this important day of study that will certainly lead to new ideas and perspectives for the decorum of Genoa.

Barbara Grosso

Assessore al Marketing Territoriale, Politiche Culturali

e Politiche per i Giovani-Comune di Genova